22
Febbraio 2019
VENERDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Adozioni: non si può scegliere il “colore” della pelle!

Scritto da Manolo il 30 - Aprile - 2010 1 Commento - Letto 18.105 volte

Come spesso accade, la Suprema Corte  ha dovuto pronunciarsi anche su questo argomento che in teoria, ma solo in teoria, non si dovrebbe neppure porre come problema!

Il caso nasce dal ricorso con cui l’associazione “Amici dei bambini” ha chiesto alla Procura di illustrare la corretta interpretazione della Legge che regola le adozioni. Un chiarimento alla luce dell’accoglimento da parte del tribunale dei minorenni di Catania dell’istanza  di una coppia, dichiaratasi disponibile “all’accoglienza fino a due bambini, di età non superiore ai 5 anni senza distinzione di sesso e religione” ma “non disponibile ad accogliere bambini di pelle scura o diversa da quella tipica europea o in condizione di ritardo evolutivo”. Il Tribunale di Catania aveva dichiarato i coniugi “idonei all’adozione” di bambini che presentino “le caratteristiche risultanti dalla motivazione”. Una palese discriminazione razziale, secondo il  Presidente dell’associazione “Amici dei bambini”.

Secondo la Procura le adozioni internazionali che escludono i bambini di ‘colore’ violano i numerosi trattati internazionali ai quali l’Italia ha aderito.

“Fonte della notizia”

Dicevamo che il problema, in teoria non dovrebbe neppure esistere,  in quanto è il concetto stesso di genitore adottivo che dovrebbe  significare l’accettazione del diverso  per evitare un fallimento adottivo, in realtà sono diverse le motivazioni che spingono gli aspiranti genitori a rinunciare un abbinamento con minori che non soddisfano certe loro caratteristiche.

Troviamo così da una parte le coppie che, in tutta onestà, rifiutano l’ipotesi di adottare un bambino di “colore” con il timore di non poter sopportare che il loro bimbo sia oggetto di continue discriminazioni e di conseguenza fargli sopportare ulteriori sofferenze, e dall’altra chi pensa che, se in una adozione non si pensa alla diversità come ad una risorsa e si dà troppa importanza a ciò che la gente potrebbe pensare, sarebbe andare contro l’idea stessa dell’adozione,  che significa proprio l’accoglienza di un bimbo “diverso” da noi!

Rimane il fatto che le imposizioni stabilite dai Tribunali non possono risolvere il problema,  infatti, nonostante le accurate indagini eseguite dai Servizi Sociali,  i genitori si rivolgono agli Enti Adottivi per le pratiche, e lo fanno scegliendo in base all’area geografica in cui tali Enti operano. In pratica, se desidero un figlio caucasico, mi rivolgerò ad un Ente operante nell’Est Europeo, escludendo perciò la possibilità che mi venga abbinato un bimbo di “colore”!

Questo, per paradosso, vuol dire che ai colloqui psicosociali e al Giudice che certifica l’idoneità all’adozione,  posso pure dichiarare la mia disponibilità ad accettare qualsiasi “razza”, ma al lato pratico posso operare una scelta scegliendo tra i vari percorsi senza che i servizi sociali riescano a “smascherarmi”!

Come si può vedere non sempre i pronunciamenti giudiziari riescono a far luce nelle varie sfaccettature di un argomento sin troppo delicato, dando ancor più importanza al lavoro degli operatori sociali, troppo spesso sotto organico e incapaci di far fronte alle numerose richieste e, altrettanto spesso, accusati di prolungare oltre il sopportabile le lunghe trafile burocratiche!

Come si dice: il dibattito è aperto!

Vuoi dire la tua? Lascia un tuo commento…

Leggi anche. . .

1 Commento

  1. USA: al via le adozioni prima del parto! : Alkymy Ha detto che: :

    […] alcuna scelta riguardante stato di salute, religione, razza o colore della pelle dei bimbi adottati (leggi), dagli USA  arriva la notizia che, grazie ad una nuova legge, le mamme potranno dare in adozione […]

    Scritto il 31st Ottobre, 2010 alle ore 00:20

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Volete creare da soli una splendida maschera di cartapesta?

maschera di cartapesta

Quello che vi occorre è della carta, della colla vinilica, colori acrilici e tanta fantasia.

Per aiutarvi nel lavoro abbiamo selezionato su Youtube questo facile e rapido tutorial.






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Zuppa Santè

Scritto da Alky
il 2-Gen-2010

Non il solito aceto…!

Scritto da Alky
il 1-Feb-2010

JOHN LENNON- Woman

Scritto da Alky
il 19-Nov-2010

Bavaglino di Natale

Scritto da Alky
il 20-Nov-2013