22
Aprile 2019
LUNEDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Adozioni: poca assistenza alle famiglie!

Scritto da Alky il 3 - Novembre - 2010 Commenta - Letto 5.021 volte

C’è solo una cosa peggiore per un bimbo, orfano o abbandonato che sia, di vivere in Istituto con la speranza di essere adottato: trovare una famiglia che si prenda cura di lui ed essere abbandonato una seconda volta!

Ogni anno in Italia vengono adottati oltre 4500 bambini,  di cui 3500 stranieri, ma le istituzioni, le stesse che giustificano le eccessive e lente indagini preadottive, sono accusate di non monitorare il destino dei piccoli adottati e delle loro nuove famiglie! Secondo uno studio europeo, il 3% delle adozioni falliscono (percentuale che sale al 20% nelle adozioni ritenute “difficili”), tanto che  il presidente del Tribunale dei minori di Roma, ha introdotto vincoli relativi all’età e al numero di bambini che una coppia può accogliere!

Di questo fenomeno si è occupato anche  “Terre di mezzo-street magazine” con una sua inchiesta, cercando di darsi una spiegazione!

In casi come questi la “doppia promessa” dell’adozione (per i genitori il sogno di crescere un figlio, per i bambini quello di avere una famiglia) può trasformarsi in un incubo: nel 2001  sono stati 351 i ragazzini di età media sui 13 anni restituiti ai centri di accoglienza dopo 5-6 anni di adozione!

“Mai avrei immaginato di dover prendere questa decisione- racconta Matilde, mamma di una bimba di 6 anni adottata nel 2001– siamo stati costretti a mandarla in una comunità terapeutica perchè la famiglia stava cadendo a pezzi! Ora non so se tornerà con noi!”


A detta degli esperti, 3 sono le cause principali dei fallimenti: i traumi subiti all’origine dal bambino che lo rende incapace di instaurare un nuovo rapporto, la capacità dei nuovi genitori di accogliere il piccolo con tutte le sue ferite, e  non ultimo la solitudine in cui viene spesso abbandonata la famiglia!

“L’ASL ci ha garantito solo 10 sedute all’anno con lo psicologo- continua Matilde– ma ne avevamo bisogno di molte di più e abbiamo dovuto pagarcele da soli!”

Molte coppie per ovviare al problema si organizzano in gruppi di auto-aiuto o partecipano ad incontri di confronto. E, in attesa di una nuova legge che tuteli i loro diritti, gli adottati che vogliono conoscere i genitori originari si scambiano consigli su Facebook.

Ma in questo Paese, sommerso da leggi e regolamenti , sembra manchi tempo, interesse o volontà per occuparsi di quelle famiglie a cui occorrerebbe l’aiuto di quelle istituzioni sempre più distanti dalla gente comune!

-Fonte-

ALKYMY, ORGOGLIOSI DI STARE DALLA PARTE DEI BAMBINI



Puoi lasciare un commento, oppure fare un trackback dal nostro al tuo sito.

Leggi anche. . .

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Volete creare da soli una splendida maschera di cartapesta?

maschera di cartapesta

Quello che vi occorre è della carta, della colla vinilica, colori acrilici e tanta fantasia.

Per aiutarvi nel lavoro abbiamo selezionato su Youtube questo facile e rapido tutorial.






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Bomboloni alla crema

Scritto da Alky
il 22-Gen-2010

Sculture con i palloncini: il cigno

Scritto da Manolo
il 24-Mag-2014

Saponetta alla fragola

Scritto da Alky
il 7-Set-2013

Torta gelata ai mirtilli

Scritto da Alky
il 15-Set-2010

Commenti Recenti