22
Novembre 2017
MERCOLEDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Eterologa: pronti nuovi ricorsi contro “legge 40”!

Scritto da Manolo il 20 - febbraio - 2010 Commenta - Letto 1.510 volte

Potrebbe essere definita “L’offensiva finale” quella che si stanno preparando ad affrontare medici, associazioni e avvocati assieme a centinaia di coppie!
L’ennesimo assalto alla “Legge 40”
che è già stata ridimensionata dalle clamorose sentenze dei tribunali, chiamati in causa da decine di coppie  che a loro si sono rivolte per affermare le loro ragioni!
Dopo aver fatto cancellare alcune norme, come il congelamento degli embrioni e la diagnosi preimpianto, ora li  aspetta il compito più difficile: rimettere in discussione l’art.4 della legge 40, quello che regola, o più precisamente vieta, la fecondazione eterologa, cioè la possibilità che seme o ovocita provenga da individui al di fuori della coppia!
Questa squadra di “esperti”, composta oltre che da medici e avvocati, anche da centinaia di coppie unite in associazioni, si sono ritrovati ad Acireale dove hanno reso noto le loro strategie per procedere in una sorta di class-action!
Alla fine di Marzo l’avvocato Maria Paola Costantini, già autrice di alcuni dei ricorsi già accettati, presenterà in 10 tribunali i ricorsi di gruppi di coppie affette da patologie genetiche che chiedono di poter effettuare l’eterologa!
Purtroppo, in cinque anni di “legge 40”, si stima che oltre 50mila coppie siano ricorse a tale tecnica espatriando oltre frontiera, portando milioni di euro sulle casse delle cliniche estere!


Quella che doveva regolamentare la procreazione assistita, si è rivelata una legge contraddittoria, inadeguata e discriminatoria.
CONTRADDITTORIA: alcuni medici sono combattuti tra il seguire alla lettera la legge e l’affidarsi alla propria coscienza professionale infatti, il divieto della  diagnosi preimpianto imposto dalla legge, aumenterebbe il rischio di gravi patologie dell’embrione e la  conseguente opzione di abortire, in pratica “non puoi fare la diagnosi, però più avanti hai il diritto di ricorrere all’aborto”, con conseguente rischio per la donna!
INADEGUATA: il divieto non ferma le coppie che desiderano avere la gioia di un figlio, le spinge solo a recarsi presso Paesi stranieri a costo di sacrifici economici sempre più onerosi!
DISCRIMINATORIA: Perchè, una volta di più, le coppie più povere saranno discriminate e non avranno le stesse opportunità di chi può disporre di ben altre cifre!
Quest’ultima iniziativa potrebbe essere una spallata decisiva per la legge in questione. Dopo le precedenti sentenze, se anche la possibilità di ricorrere all’eterologa venisse confermata e la norma giudicata anticostituzionale,  tutta
la legge verrebbe di fatto cancellata!


Il Prof. Nino Gugliemino, direttore del centro Hera di Catania, uno dei più famosi centri italiani, ha dichiarato “Ogni giorno vedo coppie costrette ad andare all’estero. Donne in menopausa precoce, uomini che hanno combattuto e vinto il cancro, ma che le cure hanno reso sterili. Coppie discriminate perché chi ha i soldi può andare all’estero e tentare di diventare genitore con l’ausilio di seme od ovocita altrui. Chi non può affrontare le spese deve rinunciare. Quando queste tecniche erano legali facevamo centinaia di fecondazioni eterologhe, soprattutto maschili.”
E’ comprensibile che a molti il tema della fecondazione assistita faccia pensare subito a mamme-nonne o a scelte genetiche particolari e, proprio per informare meglio sull’argomento, il pool messo in campo dalle associazioni cercherà di sostenere l’iniziativa con convegni e dibattiti per sensibilizzare e ampliare la cultura su questo tema, per ora a cuore solo alle coppie interessate!
“Sappiamo che non sarà una battaglia facile– afferma l’Avvocato Costantini- le norme sulla fecondazione eterologa sono in contraddizione con l’articolo 3 della Costituzione, che sancisce il principio di uguaglianza tra coppie infertili che possono produrre gameti, e sono ammesse alle cure, e quelle con una infertilità più grave, ma che paradossalmente sono escluse dalle terapie, proprio perché non hanno gameti. La legge viola poi anche il principio di “ragionevolezza” perché impone un divieto assoluto, invece di regolamentare il fenomeno”.
C’è poi l’ennesimo paradosso legislativo che regolerebbe l’eventuale eterologa perchè “disciplina le eventuali conseguenze di una fecondazione eterologa
– continua l’Avvocato Costantini- vietando il disconoscimento di paternità, è evidente che il legislatore ha messo in conto il turismo procreativo, ossia un intervento fatto all’estero. Un vero paradosso. E qui si profila un’altra discriminazione, di tipo economico”.


Si aprono nuove speranze a chi cerca di avere un figlio, in fondo non esiste nessun riscontro scientifico secondo il quale, un figlio nato da una fecondazione eterologa, sarebbe infelice o psicologicamente instabile, anzi, sarebbe più plausibile il contrario; infatti la scelta di affrontare rischi fisici, psicologici e finanziari richiede una decisione difficile e responsabile forse, se possibile, più grande di quella già necessaria nel momento in cui si decide di mettere al mondo una vita!

-Fonte-

😯

NON IMPORTA SE IL TUO PENSIERO E’ DIVERSO DAL NOSTRO, E’ SEMPRE UTILE SCAMBIARE DELLE OPINIONI. LASCIA UN TUO COMMENTO SULL’ ARTICOLO!

Leggi anche. . .

E adesso cosa fai? Non dici niente?

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!
Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...

Benvenuto/a tra noi e Grazie di essere passato di qui!

E da oggi e' possibile lasciare commenti, usando il proprio account di FACEBOOK.. ancora piu' facile diventare amici!"

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






GIANNI MORANDI- Sei forte papà!

Un simpatico tuffo nel passato con una vecchia sigla televisiva per ricordare tutti i papà del mondo: Auguri Papà!

 






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Zuppa di cappone

Scritto da Alky
il 13-Dic-2009

Pasta fredda

Scritto da Alky
il 13-Lug-2013

Risotto con le banane

Scritto da Alky
il 2-Dic-2009

Lasagne ripiene

Scritto da Alky
il 20-Dic-2010