18
Febbraio 2019
LUNEDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Khalil Gibran- I figli

Scritto da Manolo il 3 - Dicembre - 2011 1 Commento - Letto 5.864 volte

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:

I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.

Potete tentare di essere simili a loro, ma non farli simili a voi:
La vita procede e non s’attarda sul passato.
Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito, e vi tende con forza affinché le sue
frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell’Arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell’arco.

 

– da “Il Profeta” di Khalil Gibran-

 

Gibran Khalil (Jibrān Khalīl Jibrān) nato a Bisharri, in Libano, nel 1883 e morto a New York nel 1931. Poeta, filosofo, pittore, fu considerato nel mondo arabo il genio della sua epoca. Ma la sua fama si diffuse ben presto oltre i confini del Medio  Oriente: le sue opere furono tradotte in più di venti lingue e i suoi disegni e dipinti furono esposti nelle grandi capitali del mondo. “Il Profeta”, pubblicato nel 1923, è considerato un vero capolavoro. Gibran ha cercato di unire nelle sue opere la civiltà occidentale e quella orientale, era un lettore della Bibbia che parlava come un Soufi, un cristiano che adorava la Gloria dell’Islam.

 


Puoi lasciare un commento, oppure fare un trackback dal nostro al tuo sito.

Leggi anche. . .

  • Le cose che ho imparato nella vitaLe cose che ho imparato nella vita Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a te sorridevano. Vivi la tua vita in modo che quando morirai, tu sia l'unico che sorride mentre ognuno intorno a te piange!
  • “Il Bacio”: poesia per tutti gli innamorati.“Il Bacio”: poesia per tutti gli innamorati. Il 14 Febbraio è la festa di San Valentino, questa romantica poesia di Pablo Neruda accompagna gli auguri a tutti gli innamorati.
  • Donna!Donna! 8 Marzo. Ricordiamo la Donna attraverso le parole di una Donna che con la sua vita ha tracciato la strada dei giusti: Madre Teresa di Calcutta
  • L’altro…L’altro… Il tuo prossimo - è lo sconosciuto che è in te, reso visibile. Il suo volto si riflette - nelle acque tranquille, e in quelle acque, se osservi bene,.........
  • Una dedica a tutte le donne per l’8 MarzoUna dedica a tutte le donne per l’8 Marzo La poesia di Jack Folla per accompagnare tutte le donne, dalle più piccole bambine alle più mature donne, e ricordare che l'amore e il rispetto và oltre il giorno del 8 Marzo.
  • Lacrime per il Paradiso! Lacrime per il Paradiso! Una poesia per stare vicini alla nostra amica in uno dei tristi momenti che la vita ci può riservare! Anna, tutto il Bafangroup ti è vicino!
  • BambinoBambino Una poesia per ricordare la poetessa Alda Merini, 78 anni, morta ieri 1 novembre a Milano, dopo una lunga malattia.
  • Danza lentaDanza lenta Non abbiamo nemmeno il tempo per fermarci ad ascoltare..., a capire il valore della vita che noi rendiamo cosi fredda da non riuscire ad apprezzarla.

1 Commento

  1. Bafan TheWolfman Ha detto che: :

    Bellissima prosa e quanta verità in queste parole!!

    Scritto il 3rd Dicembre, 2011 alle ore 16:31

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Rondò Veneziano- “Rondò Veneziano”

Un tuffo nel lontano 1980 e l’affascinante musica pop-barocca dei Rondò Veneziano ci accompagna tra le maschere più belle nell’incantevole atmosfera del Carnevale di Venezia.

rondo_veneziano






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

I deliri di Libero: togliete i libri alle donne!

Scritto da Manolo
il 4-Dic-2011

Gianni Morandi- La befana trullallà

Scritto da Alky
il 5-Gen-2015

Fare una tenda con…cucchiaini da gelato!

Scritto da Alky
il 8-Apr-2010

In Italia non si adotta più

Scritto da Alky
il 18-Gen-2013