19
Settembre 2018
MERCOLEDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

La favola di Masha e Orso

Scritto da Alky il 19 - aprile - 2015 Commenta - Letto 4.024 volte

Masha e Orso2

Chi ha dei bambini piccoli per casa li conosce bene, sono i protagonisti che contendono alla maialina Peppa il primato del cartone animato più amato: sono “MASHA E ORSO“.
Inspiegabile come il mio televisore si sintonizzi autonomamente su RAI YOYO o CARTOONITO alla ricerca di questa serie.

.

SE OGNI MASHA AVESSE IL SUO ORSO

Una bambina vivace e testarda che mette a dura prova la pazienza e la bontà del povero orso che alla fine si prende cura della sua piccola amica. Una storia definita come educativa anche dai psicologi.

“ogni bambino dovrebbe sentirsi libero, almeno ogni tanto, di essere un po’ Masha, libero di essere compreso e protetto da chi non pretende sempre perfezione e precoce maturità.”

-Dott.ssa Caterina Stolfa (Esperta in Psicologia Scolastica e Disturbi dell’Apprendimento)-

.

Quello che forse non tutti sanno è che questo simpatico cartone animato prende origine da questa vecchia favola russa.

.

MASHA E L’ORSO

C’erano una volta un nonno e una nonna che avevano una nipotina di nome Masha.
Un giorno le sue amichette vollero andare nel bosco a raccogliere funghi e bacche , e passarono a chiamare anche Masha.
Nonnini– disse Masha- posso andare nel bosco con le mie amichette?
Il nonno e la nonna risposero” Vai pure, ma vedi di stare sempre insieme alle altre, altrimenti nel bosco ti perdi!

Le bambine arrivarono nel bosco e cominciarono a raccogliere funghi e bacche. Masha, passando da un albero all’altro, da un cespuglio all’altro, si spinse lontano lontano dalle amichette. Cominciò a chiamarle, a gridare, ma le amichette non rispondevano.

Masha girò, vagò per il bosco: si era persa per davvero.
Continuando a camminare, arrivò cosi nella parte più fitta e sperduta del bosco.
D’un tratto vide una casa. Masha bussò alla porta, ma nessuno rispose.
Spinse allora la porta e questa si spalancò.

masha

Entrò nella casa e si mise a sedere in una panca vicino alla finestra.
Se ne stava lì seduta e pensava “Non si vede nessuno, chissà chi ci abita?

In quella casa ci abitava un orso grande e grosso, che in quel momento era fuori, nel bosco. La sera l’orso tornò a casa, vide Masha e si rallegrò.
Ah, ora non ti lascio più andare via– esclamò l’orso a Masha- Vivrai qui da me. Mi accenderai la stufa, mi cucinerai il cibo e mi apparecchierai la tavola.

Masha si spaventò, si disperò, ma non c’era niente da fare. Prese a vivere nella casa dell’orso.

L’orso se ne andava tutto il giorno nel bosco e ordinava a Masha di non uscire di casa.
Anche se provi ad andartene– gli ripeteva- ti acchiappo comunque e, in tal caso, ti mangio!
Masha cominciò a pensare a come poteva scappare dall’orso. Tutt’intorno c’era il bosco, non sapeva da che parte andare e non c’era nessuno cui chiederlo.
Siccome era una bambina molto furba, a suon di pensare e ripensare, gli venne un’idea.

Un giorno, l’orso tornò dal bosco e Masha gli disse “Orso, orso, lasciami andare per una giornata al villaggio: voglio portare qualcosa ai miei nonni.
No– gli rispose l’orso- nel bosco ti perderesti. Dammi quel che vuoi mandare, glielo porterò io.”  Masha non aspettava altro!

Preparò dei pasticcini, prese un grosso cesto e disse all’orso “Ecco, guarda, metto i pasticcini in questo cesto, tu portali al nonno e alla nonna. Ma bada bene, non aprire il cesto e non mangiare i pasticcini, io mi arrampico sulla quercia e ti tengo d’occhio da lassù!
Va bene – disse l’orso- da’ qui il cesto“.
Masha gli disse “Ecco il cesto, ma vedi un po’ fuori, se piove!

Appena l’orso fu uscito, Masha subito si raggomitolò dentro il cesto e si mise il piatto dei pasticcini sulla testa.
L’orso tornò in casa e, visto il cesto bell’e pronto, se lo caricò sulle spalle e partì per il villaggio.

masha3

L’orso camminò tra gli abeti, s’inoltrò tra le betulle, scese nei burroni e salì sui cocuzzoli. Camminò e camminò, finchè stancò si fermò e pensò ad alta voce “Questo è proprio un bel posticino per mangiarmi un pasticcino“.

Ma Masha gli gridò da dentro al cesto “Ti vedo, ti vedo! Non toccare i pasticcini! Porta tutto ai miei nonnini!
Ma guarda che vista acuta -pensò l’orso- riesce a vedere fino a qua“. Si rimise in spalla il cesto e si rimise in marcia.

Camminò e camminò, si fermò, si sedette di nuovo “Ecco un bel posticino per mangiarmi un pasticcino“.
E di nuovo Masha dal cesto “Ti vedo, ti vedo! Non toccare i pasticcini! Porta tutto ai miei nonnini!
L’orso si grattò la testa “E’ proprio furba! Si è messa bene in alto su quella quercia, e vede ben lontano!“. Si rialzò e ricominciò a camminare più in fretta.

Finalmente arrivò al villaggio, trovò la casa dove abitavano il nonno e la nonna e prese a bussare contro la porta.
Toc, toc, toc! Aprite, ehi, di casa! Masha vi manda dei pasticcini.

I cani che avevano fiutato la presenza dell’orso gli si lanciarono addosso, abbaiando e accorrendo da tutti i cortili. L’orso si spaventò, posò il cesto a terra accanto alla porta e scappò nel bosco senza nemmeno voltarsi indietro.

II nonno e la nonna uscirono sulla porta e per terra videro il cesto.
Cosa mai ci sarà dentro?” chiese la nonna.
II nonno alzò il coperchio, guardò e non credette ai propri occhi: dentro c’era Masha, sana e salva.

Il nonno e la nonna, felici presero ad abbracciare, a baciare Masha e a complimentarsi con lei per essere stata così furba da ingannare l’orso.
Da quel giorno, Masha e i suoi nonni vissero per sempre felici e contenti!


Puoi lasciare un commento, oppure fare un trackback dal nostro al tuo sito.

Leggi anche. . .

  • Le tre principesse della bianca terra.Le tre principesse della bianca terra. Sconosciuta ma bellissima favola, tratta da una raccolta di racconti folkloristici norvegesi.
  • Candy Candy, romantici ricordi!Candy Candy, romantici ricordi! "Candy Candy", perchè ogni tanto riaffiorano piccoli ricordi d'infanzia, specie quando leggi che, una delle serie animate che più hai amato, compie 40 anni.
  • Buona Epifania con la leggenda della BefanaBuona Epifania con la leggenda della Befana Sono molte le storie che si sono tramandate sulle origini di quell'originale vecchietta che risponde al nome delle Befana. Se vi và di leggerla, questa è una di quelle.
  • E allora Dio creò il papàE allora Dio creò il papà Tutta da leggere..., dedicata a tutti i papà!
  • La storia del “Canto di Natale”!La storia del “Canto di Natale”! Nella notte più lunga, la bontà del Natale nella famosa favola di Charles Dickens! Leggila, mentre aspetti Babbo Natale con i suoi regali! E tu sei stato buono?
  • La favola della BefanaLa favola della Befana "C’era una volta un paese abitato in prevalenza da bruttissime e cattivissime streghe...". La favola della Befana che ne racconta le origini e la tradizione.
  • La favola di Natale!La favola di Natale! Nella calma ovattata della foresta, la neve scendeva silenziosa! Era la notte della... favola di Natale! Raccontala anche tu...
  • La lunaLa luna Nella prima favola scritta da Angelo Branduardi e diventata il testo di una sua canzone, il nostro omaggio al primo uomo che ha messo piede sulla luna.

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Rondò Veneziano- “Rondò Veneziano”

Un tuffo nel lontano 1980 e l’affascinante musica pop-barocca dei Rondò Veneziano ci accompagna tra le maschere più belle nell’incantevole atmosfera del Carnevale di Venezia.

rondo_veneziano






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Linguine di mare

Scritto da Alky
il 15-Gen-2010

11 Settembre 2001

Scritto da Alky
il 3-Ago-2011

Cucito…sempre in ordine!

Scritto da Alky
il 14-Feb-2010

Chiudi gli occhi- Tanti auguri gemellini!

Scritto da Alky
il 10-Feb-2013