18
Agosto 2019
DOMENICA

World Wide Woman – Pianeta Donna

Quello che non sapete (forse) sul Natale

Scritto da Alky il 22 - Dicembre - 2013 Commenta - Letto 4.351 volte

babbonatale

Crisi o non crisi, fortunatamente anche quest’anno il mondo festeggierà il Natale. Tavole apparecchiate, ambienti adornati,  pacchi e pacchettini sotto l’albero e tanta voglia di dimenticare, almeno per un giorno, tristezze e problemi che ci accompagnano tutti i giorni. Aspettando Babbo Natale e il bambin Gesù ho scoperto alcune curiosità sul 25 Dicembre.

.

Il Natale si festeggia il 25 Dicembre dal 354 d.C. per volere di Papa Liberio.
Il Papa scelse questa data perchè corrispondeva al giorno della festività romana del “Sole Vittorioso”, che avveniva al solstizio d’inverno (momento dal quale le ore di luce aumentano rispetto a quelle di buio). Con il passare degli anni, la festa cristiana sostitui tradizionalmente quella pagana e la scelta sembrerebbe  più che adatta dal momento che idealmente Cristo rappresenta la vittoria della luce del bene  sulle tenebre del male.

.

.

palle-di-natale

 

Passando dal Sacro al profano, lo sapevate che le palline colorate appese all’albero di Natale simboleggiano le abilità di un vecchio giocoliere?
Si racconta infatti che, a Betlemme, nel periodo della nascita di Gesù, vi era un povero artista che si rammaricava di non aver niente da offrire al bambin Gesù. Pensò allora di donargli la sua arte mostrandogli qualche spettacolo da giocoliere. Con la sua abilità il giocoliere suscitò il sorriso di Gesù.

 

Un’altra vecchia leggenda cerca di spiegare quei bastoncini di zucchero ricurvi a strisce bianche e rosse tanto usati in questa festa. Sembra che questo dolciume sia stato creato da un pasticcere con l’intento di ricordare Gesù. Difatti, il bastoncino capovolto richiama la lettera “J”, la lettera iniziale del nome Gesù.

.

.

.

alberonatalegrande

L’Albero di Natale a Gubbio

E’ italiano invece l’Albero di Natale più grande del mondo che infatti è stato acceso a Gubbio. La sagoma di un enorme abete, alta 750 metri e larga 450, è formata da quasi mille luci e lampade disposte sul monte Ingino, alle spalle della città umbra.

.

.

 

Paese che vai, usanze che trovi. Questo vale anche per i festeggiamenti del Natale.

Le celebrazioni in Francia cominciano il 5 dicembre con San Nicola, ma il momento più importante è quello della notte Santa in cui Babbo Natale lascia i suoi regali dentro le scarpe dei bimbi.
I festeggiamenti culminano con l’assaggio di piatti succulenti che terminano con il tradizionale “Buche de Noel”, una crema di burro glassata e a forma di torta.

.

.

 

Christmascrackers

I “Christmas Crackers”

In Inghilterra una delle usanze più curiose e divertenti è quella del “Christmas Crackers”, cartone cilindrico avvolto nella carta che va tirato da due persone simultaneamente. Quando ciò accade, un piccolo scoppio, dovuto all’attrito della striscia di carta composta chimicamente, vede un vincitore che, altri non è che il possessore del pezzo più lungo che vince il contenuto posto all’interno del “Christmas Crockers”.
I bambini inglesi, dopo aver scritto la letterina a Babbo Natale, la gettano nel fuoco, così che i loro desideri possono andare su per il camino ed essere  “letti” durante la sua visita notturna.

.

 

I bambini in Olanda attendono con ansia l’arrivo di Sinterklaas il giorno di San Nicola, il 6 dicembre (come in alcune zone del nostro Paese). Sinterklaas è un vescovo gentile, alto, ed indossa abiti rossi ed il mitra vescovile in testa.
Festeggiano la vigilia con cioccolata calda e con il “Letterbanket”, una torta a forma della prima lettera del cognome della famiglia.

.

.

.

Lebkuchen

I Lebkuchen tedeschi

Come noi, anche in Germania si prepara il Natale durante tutto il freddo dicembre. Già quattro domeniche prima di Natale usano fare una  “Corona di Avvento” fatta di rami di abete con quattro candele colorate. Ogni domenica verrà accesa una candela della corona.
I cibi più tradizionali sono le deliziose pagnotte di pane dolce da forno, i dolci con frutta candita e i biscotti speziati detti “Lebkuchen”.

.

L’Etiopia segue l’antico calendario giuliano, così il Natale viene celebrato il 7 gennaio. La celebrazione della Natività nella Chiesa ortodossa etiope è chiamata “Ganna” e  tutte le famiglie vanno in chiesa e tutti sono vestiti di bianco.
Dodici giorni dopo, in occasione del Timkat, si fà festa per 3 giorni di fila per ricordare il battesimo di Gesù.

 

Possiamo rinunciare a molte cose ma non ai regali per i bambini. Non ve ne dispiacete ma fatevene una ragione: secondo alcune statistiche, il 40% dei giocattoli regalati a Natale vengono rotti entro il mese di marzo.


Puoi lasciare un commento, oppure fare un trackback dal nostro al tuo sito.

Leggi anche. . .

  • Al via l’ Oktoberfest 2014Al via l’ Oktoberfest 2014 Alcune curiosità sull' Oktoberfest, la festa della birra che richiama a Monaco di Baviera tutti gli anni migliaia e migliaia di persone pronte a far baldoria tra musiche, balli, prosperose cameriere e boccali di birra.
  • Il Capodanno: lo sapete che…Il Capodanno: lo sapete che… Da dove arriva l'usanza di festeggiare l'anno nuovo? E come festegggiano in altri paesi? ALKYMY vi riporta alcune curiosità sulla festa che, per una notte, si pratica in tutto il mondo!
  • Estate 2015: la nuova prova costumeEstate 2015: la nuova prova costume Se ancora non vi siete sottoposte alla consueta prova costume, niente paura, dai Paesi Orientali hanno inventato per voi un nuovo sistema per "misurare" la vostra siluette.
  • Il lancio del neonatoIl lancio del neonato Un discutibile rituale che alcune popolazioni indiane praticano nonostante i divieti. Secondo la tradizione, un volo di 10 m. porterebbe salute e fortuna.
  • Le dieci donne più importanti della storiaLe dieci donne più importanti della storia Quali sono i personaggi femminili che in qualche modo hanno influenzato il corso della storia? Tra le molte donne, per la nostra classifica abbiamo scelto queste.
  • La storia dell’albero di NataleLa storia dell’albero di Natale Com'è nata la tradizione dell'albero di Natale? Questa è solo una delle tante favole che raccontano la storia dell'albero più bello nella notte più magica!
  • Sposi all’altare, ma il prete non c’èSposi all’altare, ma il prete non c’è Le fughe davanti all'altare non sono da escludere, a volte è lo sposo, altre è la futura moglie che lascia in palmo di naso sposo e invitati. Ma se è il prete a non presentarsi?
  • Otto ripienoOtto ripieno Una ricetta originale e stravagante per preparare le uova! All'esame di cucina? Otto ripieno...un gran bel voto!!!

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Volete creare da soli una splendida maschera di cartapesta?

maschera di cartapesta

Quello che vi occorre è della carta, della colla vinilica, colori acrilici e tanta fantasia.

Per aiutarvi nel lavoro abbiamo selezionato su Youtube questo facile e rapido tutorial.






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

L’arte dei palloncini: operazioni base

Scritto da Manolo
il 10-Nov-2013

Da Zelig: Claudiano e le sue donne…

Scritto da Manolo
il 21-Nov-2009

Melevisione: chiude il Fantabosco!

Scritto da Manolo
il 27-Feb-2010

Respiriamo l’aria… è la primavera!

Scritto da Manolo
il 27-Mar-2010

Commenti Recenti