19
Settembre 2018
MERCOLEDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Smacchiare sicuro

Scritto da Alky il 13 - luglio - 2011 1 Commento - Letto 4.415 volte

La vostra camicia bianca adesso è “firmata” con una bella macchia di vino…! Il pupo ha sputacchiato la pappa sul  divano in pelle…! Avete voluto mettere mano al motore della vostra auto e adesso vi ritrovate unti di grasso…! Le macchie sono il vero nemico di tutte le massaie: vino o olio, pennarelli o rossetti… ci si deve ingegnare per poter salvare il salvabile!

Che voi usiate i classici prodotti in vendita nei supermercati o facciate tesoro dei più svariati prodotti naturali, è bene tener presente alcune regole elementari che potrebbero facilitare la nostra vittoria in questa impegnativa “impresa”!

 

LE 14 REGOLE D’ORO

1- E’ bene provvedere alla smacchiatura il più presto possibile. Le macchie “fresche” sono infatti il più delle volte eliminabili con una certa facilitàn (anche perchè e facile ricordarsi la provenienza); la macchie “vecchie”, ormai penetrate nel tessuto, spesso diventano tutt’uno con la trama ed è quasi impossibile eliminarle.

2- Per le fibre sintetiche è sempre meglio ricorrere agli appositi detersivi neutri sciolti in acqua tiepida, evitando assolutamente l’uso di candeggina. Sciacquare poi in acqua fredda e asciugare all’ombra, lontano da fonti di calore.

3- Sarà pure banale ma è bene ricordare che benzina, trielina, etere, per i vapori che esalano, vanno sempre usati in prossimità di una finestra socchiusa.
Inoltre questi tradizionali smacchiatori sono infiammabili e quindi vanno tenuti lontano da fonti di calore e in luoghi dove i bambini non possano assolutamente raggiungere.

4- Volendo comunque trattare una macchia di cui non si conosce l’origine o un tessuto di cui non si conosce bene la natura, si deve procedere per esperimenti: è quindi opportuno provare i diversi solventi in punti invisibili (cuciture interne, orli, ecc.), in modo che gli eventuali “disastri” rimangano in zone scarsamente visibili.

5- Quando fatte le debite prove, si è sicuri d’aver trovato il solvente adatto, bisogna agire, con il panno imbevuto del prodotto, partendo dall’esterno della macchia e procedendo verso l’interno. Spesso è bene lavorare sul rovescio del tessuto, magari tamponando anzichè sfregando, soprattutto in presenza di fibre “pelose”.

6- Ricordate che anche sui tessuti colorati si deve procedere per “tamponatura” (non per sfregamento), per non rischiare di confondere le trame colorate.

7- E’ opportuno smacchiare la lana con un panno di lana, la seta con uno di seta, il tessuto chiaro con un panno chiaro, quello scuro con panno scuro e così via per ogni tessuto.

8- Quando, in presenza di macchie di grasso, si ricorre, per assorbire il più, all’uso di talco, saponaria e simili, ovviamente di deve eliminare del tutto la polvere con ripetute spazzolate prima di procedere all’uso del solvente.

9- Al contatto col solvente, la macchia non scompare per magia arcana, non si volatilizza, ma si scioglie. Bisogna quindi mettere sotto la macchia un panno assorbente (ottima la spugna di cotone) pronto a ricevere i residui rimossi dal solvente. E’ naturale che questo panno finisca con lo sporcarsi e deve essere continuamente spostato per presentare sempre una superfice pulita nel punto in cui agisce il solvente.

10- Anche quando la macchia è sparita, bisogna continuare a sfregare leggermente finchè il tessuto sia asciutto per evitare il formarsi di aloni.

11- Lana, seta, pellicce, fibre sintetiche, guanti, vanno fatti asciugare lontano da fonti di calore e comunque all’ombra.

12- Importante sapere che gli indumenti di lana lavorata a mano (a ferri o uncinetto), se sfregati, anche con leggerezza, possono infeltrirsi, E’ quindi necessario tamponare senza sfregare, ripetendo l’operazione fino alla completa sparizione della macchia.
Gli indumenti di lana si stirano sempre a rovescio, ponendo tra la lana e il ferro un panno umido. Bisogna inoltre fare attenzione che golf e pullover siano bene asciutti: infatti, se asciugati col ferro da stiro, perdono completamente la morbidezza.

13- Le cravatte si smacchiano meglio  procedendo a una pulizia totale. Si segna con un imbastitura la linea della cucitura, prima di scucire e togliere la fodera. Si immerge quindi in una vaschetta con trielina, lasciandovela per qualche minuto.
Quindi si sgocciola la cravatta e la si sfrega dall’interno con un panno di cotone, per farla asciugare più rapidamente. Si stira infine al rovescio, si inserisce la fodera e si ricuce.

14- Anche per i guanti la smacchiatura significa generalmente il lavaggio completo. Per quelli in cotone si usa solo acqua tiepida e detersivo neutro. Per i guanti di pelle “lavabile”, esitono in commercio svariati prodotti da sciogliere in acqua. In entrambi i casi, dopo averli ben sciacquati, si mettono ad asciugare stesi in piano su di un panno o meglio ancora sulle apposite forme a “manina” in fil di ferro o plastica. Se non si dispone di questi attrezzi per ridare forma alle dita, basta infilare i guanti sulle mani quando sono ancora umidi, soffiarvi dentro e appenderli finchè siano completamente asciutti.

Come comportarsi in presenza di macchie in determinati tessuti!


Puoi lasciare un commento, oppure fare un trackback dal nostro al tuo sito.

Leggi anche. . .

  • Come togliere le macchieCome togliere le macchie E' sempre difficile trovare la soluzione per eliminare le macchie ma, a volte, è sufficiente un po' di tempestività e qualche semplice accorgimento. Abbiamo raccolto un po' di rimedi della nonna che potranno tornare utili.
  • Via le macchie di pennarello Via le macchie di pennarello Curiosando tra libri e riviste, ho preso nota di alcuni rimedi per eliminare le macchie dei pennarelli. Qualcuno sarà valido, qualcuno un pò meno, ma sono per lo più rimedi naturali.
  • Vetro.. Alcuni consigli su come eliminare le macchieVetro.. Alcuni consigli su come eliminare le macchie A chi non è capitato di avere dei bicchieri di vetro macchiati! Abbiamo chiesto alla nonna di darci alcuni consigli per vedere di rimediare al noioso problema!
  • Consigli per la scottatura solare!Consigli per la scottatura solare! Siamo alle solite, scottati dalla troppa esposizione al sole! Oltre alle classiche creme dopo sole, esiste anche qualche rimedio naturale!
  • Per una frittura correttaPer una frittura corretta Se la vostra dieta non vi permette di sedervi a tavola davanti ad una croccante frittura, sappiate che, con alcune semplici regole, il fritto risulterà non solo sfizioso ma anche sano.
  • Come conservare le cipolle…più a lungo!Come conservare le cipolle…più a lungo! Avete fatto scorta di cipolle, e non sapete come conservarle? Alkymy vi da qualche consiglio in merito!
  • Via và…e il rossetto se ne và!Via và…e il rossetto se ne và! Capita spesso di macchiare fazzoletti, tovaglioli ecc..di rossetto! Che fare per togliere le macchie? Seguite il consiglio di Alkymy!
  • Dieta sbagliata? Un grosso aiuto dalle carote violaDieta sbagliata? Un grosso aiuto dalle carote viola Spesso, per rimediare porre rimedio alle "distrazioni" invernali ci imbarchiamo in diete improvvisate e casalinghe, che alla lunga fanno più male che bene! Grazie ad un articolo apparso su BAFAN.IT abbiamo scoperto come porvi rimedio in […]

1 Commento

  1. Alkymy » Blog Archive » Come togliere le macchie Ha detto che: :

    […] … e non dimenticate le 14 regole d’oro per smacchiare partecipa alla discussione su questo articolo nel nostro forum Tags: biro, cera, colla, consigli, erba, frutta, inchiostro, legno, macchie, nonna, rimedi, smacchiare, vino […]

    Scritto il 19th novembre, 2012 alle ore 00:12

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Rondò Veneziano- “Rondò Veneziano”

Un tuffo nel lontano 1980 e l’affascinante musica pop-barocca dei Rondò Veneziano ci accompagna tra le maschere più belle nell’incantevole atmosfera del Carnevale di Venezia.

rondo_veneziano






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Da vecchio jeans a short estivo! (parte 2)

Scritto da Alky
il 21-Mag-2010

Come conservare i limoni…

Scritto da Alky
il 22-Nov-2009

Centrifuga: “Arrivo della primavera”

Scritto da Alky
il 3-Mag-2015