23
Giugno 2018
SABATO

World Wide Woman – Pianeta Donna

Tre ricette con il tradizionale Pastin

Scritto da Alky il 18 - settembre - 2011 Commenta - Letto 10.611 volte

Profumi e sapori che sanno di montagna, di luoghi aspri e affascinanti, un binomio di tradizione e innovazione protagonista della cucina bellunese.

Ma che cos’è il Pastin o, come viene chiamato in alcune zone, il Tastasal?
Le popolazioni bellunesi del passato non hanno mai avuto un gran assortimento alimentare vista la scarsa produttività del territorio montano. Polenta e patate erano i piatti principali. La carne era cibo per ricchi, ad esclusione di quella di maiale che ogni famiglia allevava.
Nasceva così, nelle famiglie di allora, al momento della macellazione che avveniva nei mesi invernali, la tradizione del Pastin. La carne del maiale, più o meno grassa, veniva mescolata con quella di una vecchia mucca che non poteva più generare e veniva poi tritata con l’aggiunta di pepe e sale (come prepararlo) . In alcune zone venivano aggiunti chiodi di garofano, cannella, aglio e vino.
Oggi, nelle nostre case, il Pastin viene generalmente cucinato alla piastra o alla griglia e servito con la polenta o abbinato a delle fette di pane.

Ve ne diamo alcuni assaggi! Gustate la tradizione!

TAGLIATELLE AL PASTIN E FIORI DI ZUCCA

Ingredienti:
pastin
tagliatelle fresche
cipolla
formaggio grana
fiori di zucca
burro
pepe
sale

Preparazione: Far appassire in padella il burro e la cipolla; aggiungere il pastin (a pezzi grandi come noci) portando il tutto a cottura. Lessate in abbondante acqua salata le tagliatelle, salarle e saltarle in padella assieme al pastin.
Finire il tutto con i fiori di zucca amalgamando con il formaggio grana e aggiungendo, se necessario, un pò di acqua di cottura.

CONIGLIO RIPIENO DI PASTIN

Ingredienti:
coniglio disossato
rosmarino
salvia
spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
400 gr. di pastin
sale
pepe

Preparazione: Appiattire con il batticarne il coniglio coperto da un foglio di carta da forno. Preparare un trito di salvia, rosmarino ed aglio e distribuirlo sul coniglio con pochissimo sale e pepe. Distribuire quindi il pastin.
Arrotolare il coniglio su se stesso e legarlo come un arrosto. Cucinarlo al forno con olio extravergine d’oliva a 160° per circa 60 minuti. Ottimo con la polenta!

POLENTA CON NOCI DI PASTIN E FUNGHI PORCINI

Ingredienti:
pastin
polentina tenera
funghi porcini
formaggio latteria
aglio
latte o panna
burro
pepe
sale

Preparazione: Cucinare la polentina tenera adagiandola con un mestolo sul piatto. Aggiungere sopra la polentina le noci di pastin ben cucinate.
Ricoprite il tutto con i funghi porcini saltati in padella con uno spicchio d’aglio in camicia da togliere in fase di cottura ed una fonduta di formaggio latteria allungato con dele latte o con la panna.

Leggi anche. . .

  • Insalata di coniglioInsalata di coniglio Un'insalata gustosa ma leggera, con tante proteine, poco colesterolo e poco sodio, queste sono alcune delle virtù della carne di coniglio, oltre a essere una tra le carni più digeribili.
  • VincisgrassiVincisgrassi Un primo piatto sontuoso e degno di un menù di Natale, i Vincisgrassi, interpretazione marchigiana della pasta al forno.
  • Coniglio aromaticoConiglio aromatico Questa tenera e magra carne bianca si arrichisce di un profumo e un gusto particolari. Un secondo piatto che si adatta a tante diete, ma anche ai menù delle feste!
  • Carrè in agrodolceCarrè in agrodolce Carne di maiale...vestita a festa, in un eccellente connubio di sapori con agrumi e mele.
  • Carpaccio delicatoCarpaccio delicato Antò, fà caldo... ! Allora suggeriamo un bel piatto freddo, un classico con una piccola variante. Antò, ti basta? Altrimenti accendi il condizionatore!
  • Prosciutto con salsa di prugneProsciutto con salsa di prugne Ottimo come secondo di carne, può essere un piatto unico in una cena veloce o un antipasto per un pranzo importante. La salsa di prugne esalta il sapore del prosciutto affumicato.
  • Tagliatelle con le polpetteTagliatelle con le polpette Noi italiano, maestri della pasta...e non ci manca nemmeno la fantasia! Ingredienti semplici....e il piatto e' pronto!
  • Agnello alle albicoccheAgnello alle albicocche Un accostamento di sapori un pò insolito, tuttavia il profumo delle spezie e la dolcezza delle albicocche valorizzano il sapore della carne di agnello, e il latte ha il compito di legare tutti gli ingredienti.

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.






Rondò Veneziano- “Rondò Veneziano”

Un tuffo nel lontano 1980 e l’affascinante musica pop-barocca dei Rondò Veneziano ci accompagna tra le maschere più belle nell’incantevole atmosfera del Carnevale di Venezia.

rondo_veneziano






Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Come togliere le macchie

Scritto da Alky
il 18-Nov-2012

Donna!

Scritto da Alky
il 7-Mar-2012

Statue di … spugna!

Scritto da Manolo
il 6-Dic-2009

Per una frittura corretta

Scritto da Alky
il 18-Ott-2012