6
Dicembre 2019
VENERDI

World Wide Woman – Pianeta Donna

Ci sono cose nella vita che ci sembra più vere .. ed altre che ci sembrano di plastica!

Sono i versi di un brano musicale di Alex Britti è ed il Leitmotiv scelto come colonna sonora per presentarvi questa strana email ,  a suo modo profonda, giuntaci  in redazione!

“Ci sono cento modi per morire” e mille modi per evitarlo, e questa email, nata come catena di Sant’Antonio,aggiunge un tassello alle probabilità di farcela!

dateci un occhio e se non siete d’accordo.. fa niente!

Siamo altresì convinti che qualcosa vi è rimasto e che notte tempo farete il vostro dovere!

.. perché nulla è per caso!

Come riconoscere un ictus cerebrale…

(fedelmente riporto da un email- catena pervenutaci in redazione)


Durante una grigliata Federica cade

Qualcuno vuole chiamare l’ambulanza ma Federica rialzandosi dice di essere inciampata con le scarpe nuove

Siccome era pallida e tremante la aiutammo a rialzarsi

Federica trascorse il resto della serata serena ed in allegria

Il marito di Federica mi telefonò la sera stessa dicendomi che aveva sua moglie in ospedale

Verso le 23.00 mi richiama e mi dice che Federica è deceduta

Federica ha avuto un ictus cerebrale durante la grigliata

Se gli amici avessero saputo riconoscere i segni di un ‘ictus, Federica sarebbe ancora viva

La maggior parte delle persone non muoiono immediatamente.
Basta 1 minuto per leggere il seguito:

Un neurologo sostiene che se si riesce ad intervenire entro tre ore dall’attacco si può facilmente porvi rimedio

Il trucco è riconoscere per tempo l’ictus!!!

Riuscire a diagnosticarlo e portare il paziente entro tre ore in terapia

Cosa che non è facile

Nei prossimi 4 punti vi è il segreto per riconoscere se qualcuno ha avuto un’ictus cerebrale:

– Chiedete alla persona di sorridere (non ce la farà);


– Chiedete alla persona di pronunciare una frase completa (esempio: oggi è una bella giornata) e non ce la farà

– Chiedete alla persona di alzare le braccia (non ce la farà o ci riuscirà solo parzialmente)


– Chiedete alla persona di mostrarvi la lingua (se la lingua è gonfia o la muove solo lateralmente è un segno di allarme)


Nel caso si verifichino uno o più dei sovra citati punti chiamate immediatamente il pronto soccorso

Descrivete i sintomi della persona per telefono.

Un medico sostiene che se mandate questa è- mail ad almeno 10 persone, si può essere certi che avremmo salvato la vita di Federica, ed eventualmente anche la nostra

Quotidianamente mandiamo tanta spazzatura per il Globo, usiamo i collegamenti per essere d’aiuto a noi ed agli altri.

Sei d’accordo?

_____________________________________

Il passo successivo è stato quello di chiederci quanto di vero vi fosse in queste righe!


A darci man forte ecco WIKIPEDIA che alla voce ICTUS riporta che..

Come ci si accorge di essere colpiti dall’ictus? [modifica]

Quando si è colpiti da un ictus improvvisamente compaiono varie combinazioni di questi disturbi:

  • non riuscire a parlare nel modo corretto (non trovare le parole o non comprendere bene quanto ci viene detto: afasia; pronunciarle in modo sbagliato: disartria),
  • perdere la forza in metà corpo (metà faccia, braccio e gamba, dal lato destro o da quello sinistro: emiplegia o emiparesi),
  • sentire dei formicolii o perdere la sensibilità in metà corpo (in modo analogo alla forza: emiipoestesia e parestesia),
  • non vedere bene in una metà del campo visivo, ossia in quella parte di spazio che si abbraccia con uno sguardo (emianopsia),
  • vi possono essere altri sintomi ancora come la maldestrezza, l’assenza di equilibrio e le vertigini (sempre associate ad altri disturbi: una crisi vertiginosa isolata difficilmente è causata da un ictus),
  • le emorragie più gravi, soprattutto l’emorragia subaracnoidea, si annunciano con un improvviso mal di testa (cefalea), molto più forte di quello sperimentato in passato, che viene assimilato ad un colpo di pugnale inferto alla nuca

Come vedete non c’era molto di falso in questo piccolo gioco tra impiegati!

La speranza è con questo piccolo articolo si possa in qualche modo aver creato un seme che domani valga la vita di un nostro “amico” virtuale” !

..perché le coincidenze non esistono!

VERO?

😆 :mrgreen: 😆



Leggi anche. . .

2 Commenti

  1. Un colpo di pugnale (1913) - Movie Ha detto che: :

    Un colpo di pugnale (1913) – Movie…

    Un colpo di pugnale is a Movie of 1913 made in Italy. Director: Achille ConsalviCast: Antonietta Calderari, Achille Consalvi, Roberto Roberti…

    Scritto il 7th Marzo, 2011 alle ore 15:26

  2. Il quinto giorno (1994) - Movie Ha detto che: :

    Il quinto giorno (1994) – Movie…

    Note 3/10. Il quinto giorno is a Action Movie of 1994 made in Italy. Director: Stelvio MassiCast: Vincent Riotta, Alastair Duncan, Emma Croft, Manuel Cassol, Hamish Cranfield, Erich Juhasz, Javier Chiaraluce, Raymundo Mijares, Roberto Montemarani, Robe…

    Scritto il 16th Marzo, 2011 alle ore 09:09

ADESSO TOCCA A TE!

La tua opinione, il tuo saluto, la tua collaborazione sono importanti per noi!

Non essere avaro di parole, siamo qui per scambiarci opinioni e consigli e quello che hai da darci e' un tesoro che non possiamo permetterci di perdere!

Se hai trovato degli errori, se hai un ingrediente da aggiungere, o la pensi soltanto diversamente da noi.. ALKYMY e' qui per ascoltarti!

Comunque cara amico o cara amica ...


Grazie per essere passato di qui!

Devi essere Registrato per lasciare un commento.











Chi siamo

Alkymy, Pianeta donna! Dalle sapienti mani di ALKY un sito al femminile! Gossip, ricette, ricamo e cucito, shopping e tanto altro! Il mondo ed i bisogni di una meravigliosa galassia, quella femminile, racchiusi in un sito! Un avventura magnifica che prende il via!

Articoli in Archivio

Sindrome di Rett: aiuta le bambine dagli occhi belli

Scritto da Manolo
il 21-Mag-2013

Marmellata tropicale

Scritto da Alky
il 18-Apr-2010

Carpaccio di mare con polpettine

Scritto da Alky
il 11-Mar-2010

Gelatina di ribes

Scritto da Alky
il 26-Nov-2009

Commenti Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: